I fanghi: una risorsa da valorizzare

I fanghi: una risorsa da valorizzare

Le stime IRSA CNR prevedono per il 2020 che la quantità prodotta si dovrebbe attestare su valori di un milione e cinquecentomila tonnellate/anno di sostanza secca.

Questo è quanto si produce dal trattamento delle acque che usiamo.

I poli di smaltimento dei fanghi al momento sono quelli usuali:

  • discarica,
  • incenerimento con recupero energetico,
  • incenerimento in cementifici,
  • recupero in agricoltura.

I fanghi prodotti dal trattamento delle acque reflue urbane, codice CER 19 08 05, sono classificati come “Non pericoloso assoluto” e ammissibili a “operazioni di recupero”

Quale miglior recupero della riduzione volumetrica per essiccazione e della successiva valorizzazione energetica della componente organica attraverso il processo “PyrosludG_en”?

IRSA (istituto ricerca sulle acque del CNR) http://www.irsa.cnr.it/index.php/ita/